Francesca Bellino

concertista, concept project

Francesca Bellino scrittrice, giornalista, autrice-radiotelevisiva, conduttrice e sceneggiatrice.
Si occupa di transculturalità, donne e diritti, Mediterraneo, migrazioni e tv.
Collabora con diverse testate tra cui Il Mattino, Il Messaggero, Internazionale, Il Fatto, Left e Reset. E’ autrice per Rai1 e per RadioRai3. Per la radio ha scritto e condotto audio-documentari per TreSoldi tra cui “L’età ribelle”, “Chiamatemi Fufi”, “Ramadan all’occidentale”, cicli per Passioni tra cui “Il Ponte. La storia degli Italiani di Tunisia” e un ciclo di Vite che non sono la tua dedicato alle cantanti arabe.
E’ coautrice del documentario “Il vertice maledetto” sul G8 di Genova realizzato per La Storia siamo noi. Scrive racconti, articoli, interviste, saggi, poesie, romanzi, reportage, narrazioni radiofoniche e televisive.
Accettando di perdersi tra Oriente e Occidente, viaggia e narra storie seguendo coincidenze e suggestioni, affascinata da paradossi, contraddizioni e contrasti.
I suoi testi, tradotti in diverse lingue, indagano l’incontro tra culture, la conoscenza dell’Altro, l’immigrazione, il mondo femminile e le società, talvolta infrangendo tabù e frantumando stereotipi.
Ama portare la parola in scena in letture e performance estemporanee.
E’ tra i soci fondatori dell’Associazione culturale “Incontri di civiltà”.
E’ nata a Salerno e vive a Roma.
Tra i suoi libri: Sul corno del rinoceronte (L’Asino d’oro, 2014), Il prefisso di Dio. Storie e labirinti di Once, Buenos Aires (Infinito, 2008), Uno sguardo più in là (Aram, 2010), Sale (Lite Editions, 2013), due saggi sul mito di Lucio Battisti, di racconti pubblicati in antologie e del blog Cronache del piacere dedicato al poeta Alfonso Gatto.
Nel 2009 ha ricevuto la Targa Olaf al Premio Cronista – Piero Passetti, nel 2013 il Premio giornalistico Talea, nel 2014 il Premio letterario Costa d’Amalfi Libri, nel 2015 il Premio nazionale di narrativa Maria Teresa Di Lascia e il Premio Prata, nel 2016 il Premio Marzani.