M° Michele Costantini

Relazioni con gli artisti - concertista

Michele Costantini si è diplomato col massimo dei voti al Conservatorio di Musica Benedetto Marcello di Venezia, sotto la guida del M° Tommaso De Nardis. Dopo aver studiato per alcuni anni con il M° Marco Peretti, si è quindi diplomato anche in composizione al Real Conservatorio Superior de Musica Victoria Eugenia di Granada. Nel corso del tempo si è ulteriormente perfezionato con maestri di fama internazionale, tra i quali: Pepe Romero, David Russell (Classical Guitarist), Alberto Ponce, Paolo Pegoraro, Pavel Steidl e Bruno Giuffredi. Michele ha quindi intrapreso una lunga carriera artistica che lo ha portato a suonare regolarmente non solo in Italia, ma spessissimo anche all’estero. Ovunque ha riscosso lusinghieri consensi, sia del pubblico che della critica. Dicono, per esempio, di lui: “musicista di eccezionale estro musicale…” (Pepe Romero); “abilità e tecnica inpressionante…” e “i migliori trilli mai sentiti…” (Alberto Ponce); “strumentista dotato di grande talento…” (David Russell). Quel che qui ci teniamo a sottolineare sono anche le numerose registrazioni eseguite per RAI ( Rai3) e Mediaset ( MUSIC Mediaset). D’altronde, Michele Costantini ha inciso tre CD da solista (Navigando, su musiche da lui composte; Alhambra, su musiche di vari autori spagnoli; Sonho de Magia, su musiche degli autori brasiliani D. Reis e J. Pernambucco). Ma vanno ascoltati anche i due CD, eseguiti in duo col flauto, rispettivamente intitolati: World Dances e Omaggio all’Opera. Va pure citato un DVD contenente tre brani di F. Tàrrega, registrato per un’emittente televisiva Giapponese. Michele ha collaborato in tre CD e concerti con la soprano Donella Del Monaco; e ha inoltre suonato in concerti e registrazioni con vari importanti cantautori italiani e la sua Band negli anni 90 accompagnò in open act la tourneé europea degli Oasis. Attualmente – confermando la sua capacità tecnica, la sua ecletticità e sensibilità – è impegnato nella divulgazione della musica per chitarra dell’800 con il 19th Century Guitar Duo. Assieme al M° Alessandro Radovan Perini, infatti, va riscoprendo e proponendo repertori ‘ritrovati’, grazie al suono strepitoso di alcune chitarre originali dell’epoca. Tuttavia, l’insegnamento – nonostante i tanti impegni che lo hanno sempre portato e che lo continuano a portare anche all’estero – è un filo conduttore della sua vicenda professionale. Da molti anni, infatti, Michele Costantini è impegnato in attività didattica: lezioni singole di chitarra classica, ma anche gestione e preparazione di orchestra di chitarre. Assieme a tante, diverse originali idee di divulgazione e apprendimento. Fino al 2017, del resto, è stato direttore didattico dell’Accademia G. Verdi di Venezia. Nel frattempo, ha composto la musica di due operine: L’incredibile viaggio di Phileas Fogg (2015) e Tra fantasia e realtà le avventure di Don Chisciotte (2016). Conferma ulteriore delle sue qualità artistiche e creative (si è classificato primo per l’Italia al Concorso Internazionale di Composizione M. Ravel nel 2016, con il brano Dulcinea). Infine, Michele tiene regolarmente masterclass sull’approfondimento dello studio della chitarra classica. Il 19th Century Guitar Duo, composto dai chitarristi italiani M° Michele Costantini e Alessandro Radovan Perini che vantano ognuno per conto proprio altre consolidate ed importanti esperienze musicali sia come solisti che in altre formazioni concertistiche, concentra la sua ricerca nel repertorio europeo per due chitarre del XIX secolo con un’attenzione filologica, anche attraverso l’uso di strumenti originali di quel periodo, pure peculiari come la piccola terzina chitarra e la chitarra “Schrammel” a dieci corde. Formatosi nel 2016, il 19th Century Guitar Duo si è esibito in vari concerti sia in Italia che all’estero, ricevendo sempre un lusinghiero consenso di pubblico e critica. Nel novembre 2017 il Duo è stato invitato dalla Municipalità di Varaždin a tenere un concerto in commemorazione del più importante e rappresentativo tra i chitarristi compositori croati nel XIX secolo, Ivan Padovec (1800 – 1873), presso la sua città natale Varaždin. Nel gennaio 2018 ha inaugurato la Rassegna Internazionale sulla chitarra storica Tra Rose Sonore – a cura dell’Associazione Musicale Tactus – che da anni si svolge a Treviso, Palazzo dei 300, con il concerto “Dal Valzer all’Opera: Omaggio a Rossini”.