THE TWISTERS with Alice Violato

Grandes soirées Cotton Club, concertista

The Twisters with Alice Violato (Rovigo-Padova) sono un gruppo contaminato da blues, funky e soul con tre dischi all’attivo e dodici anni di storia. La formazione svolge un’intensa attività live e nel corso degli anni ha collezionato numerose presenze in festival di settore in tutta Italia e all’estero.
Nel 2016 approdano al Pistoia Blues nella serata del 10 Luglio direttamente in programma con i grandi nomi del Blues internazionale di Brian Auger, Lucky Peterson e James Taylor Quartet. Già nel 2014 si erano fatti conoscere a Pistoia, partecipando al contest Obiettivo Bluesin, che li aveva portati ad entrare nel cartellone ufficiale del festival. Nel 2016 hanno presentato alcuni brani originali tratti dal loro ultimo album MusicOdyssey e un inedito che anticipa l’uscita del nuovo disco prevista per il 2017.
La band che affonda le sue radici nella tradizione blues propone uno show carico di groove dove sfavillano i soli alla chitarra elettrica di Paolo Bacco e all’organo hammond di Claudio Lupo. La collaudatissima sessione ritmica è composta da Nick Muneratti al basso e Matteo Coassin alla batteria, mentre Alice Violato calca il palco con la sua ineguagliabile grinta e la sua graffiante voce nera.
L’album ‘MusicOdyssey’, pubblicato nel 2014, contiene dieci pezzi originali ed eterogenei che come sabbia sottile e volubile, si spostano e prendono forma secondo la direzione del vento, alla ricerca di emozioni e ricordi, costantemente sospinti dalla voglia di esplorare nuovi lidi stilistici ed espressivi. ‘MusicOdyssey’ asseconda la necessità di sviluppare forma e stile sulla base delle emozioni intrinseche al brano; da questo concetto ne è scaturito un poliedrico quadro che, per varietà stilistica e temi affrontati, si spinge oltre ai precedenti lavori del gruppo: ‘No Ordinary Blues’ (2011) e ‘Blowin’ the Blues Everywhere’ (2007), è stato tratto il videoclip «Down That Road» disponibile anche su YouTube. Il video di ispirazione Tarantiniana è ambientato negli anni ’30 in una desolata ed insidiosa campagna. “Down That Road”, è la metafora dell’audace dalla volontà furiosa e imperterrita e di una strada che lo conduce al punto di non ritorno. Anche a costo di far patto col diavolo, la prerogativa è di arrivare fino in fondo e compiere la propria volontà.
“Arise” (2018) è il nuovo album di TwA e la migliore definizione del gusto della band secondo la loro idea di libertà e creatività. Nel crogiolo di storie vere con cheaters, assassini e la vita digitale della società contemporanea;